All’America’s Cup appena conclusa – vinta da New Zealand – c’era anche il know-how di Selcom. L’azienda veneta ha fornito buona parte dei tessuti multiassiali in fibra di carbonio per i componenti di tutte le imbarcazioni.

Selcom è una realtà ad alto valore tecnologico e leader nella produzione di tessuti tecnici con l’impiego di fibre di carbonio, vetro, kevlar, basalto e fibre naturali.

La continua ricerca dell’innovazione e l’esperienza maturata in 30 anni di attività nel mondo dei compositi fanno sì che il nome Selcom venga associato alla qualità dei tessuti che produce per i settori nautico, automotive, sportivo e delle infrastrutture.

Luca Favero, COO di Selcom spiega: “Attenzione al Cliente e Flessibilità sono i valori cardine di Selcom. Realizzare prodotti di alta qualità e che si adattino alle esigenze produttive del cliente, sono valori condivisi trasversalmente con tutto il Team che collabora proattivamente affinché tutto questo sia una realtà”.

Un progetto stimolante

Per questo progetto siamo partiti da determinate caratteristiche meccaniche e, discostandoci dalle produzioni standard, abbiamo definito un prodotto di forte derivazione dal mondo racing automotive” aggiunge Alberto Pizzol – Technical Sales Engineer di Selcom, che ha seguito in prima persona lo sviluppo.

America's cup 2Le tempistiche ristrette e la particolarità della fabbricazione del tessuto sono state la vera sfida. Vedere i nostri prodotti su queste imbarcazioni è motivo di grande orgoglio e la conferma che i nostri sforzi vengono riconosciuti e apprezzati”.

Non solo eccellenza tecnologica ma anche una grande passione per tutte le applicazioni in composito: “E’ un settore affascinante che ha ancora molto da dare e noi puntiamo a una forte crescita nel medio-lungo periodo” – Afferma Mauro Pizzol, titolare di Selcom. “Anche se gli ultimi mesi hanno risentito degli effetti della pandemia, sono importanti i progetti acquisiti ad oggi, e stiamo assistendo a un grande fermento che fa ben sperare per il futuro anche prossimoCapire ora, quello che succederà nei prossimi mesi è complicato, ma è uno sforzo che va fatto in ottica futura: investire oggi per essere pronti a cogliere le opportunità che sicuramente verranno nel post COVID”.

E Selcom lo sta già facendo: “Di recente abbiamo fatto importanti investimenti che daranno ulteriore capacità produttiva e tecnologica, per soddisfare al meglio le richieste del mercato.

La fine della pandemia darà sicuramente il via ad un modo nuovo di lavorare, noi siamo pronti e vogliamo confermarci protagonisti.”